Codice disciplinare e Codice di comportamento

Il D.Lgs. 150/2009, di attuazione della L. 15/2009, ha previsto un nuovo sistema disciplinare per i dipendenti pubblici.

Il capo V “sanzioni disciplinari e responsabilità dei dipendenti” del decreto ha riscritto l’art. 55 del D.Lgs. 165/2001 ed ha introdotto gli art. 55-bis, 55-ter, 55-quater, 55-quinques, 55-sexies, 55-septies, 55-octies, 55-novies.

Come indicato dal testo dell’art. 55 del D.Lgs. 165/2001, le nuove disposizioni disciplinari costituiscono norme imperative, ai sensi degli art. 1339 e 1441 del codice civile, e pertanto integrano e modificano le fattispecie disciplinari previste dai CCNL, comportando l’inapplicabilità di quelle incompatibili con quanto disposto dalle modifiche introdotte dal D.Lgs. 150/2009.

Di seguito si elencano i CCNL Regioni ed Autonomie Locali che normano a livello contrattuale la materia disciplinare:

Il Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni, previsto dall’art. 54 del D.Lgs 165/2001 è stato adottato con il DPR 16/04/2013, n. 62

Il Codice di comportamento dei dipendenti dell’Agenzia della mobilità piemontese è stato approvato definitivamente con deliberazione 36/2017 del 24/11/2017

Con deliberazione 16/2021 del 28/06/2021 è stata approvata la proposta di aggiornamento del Codice di comportamento dei dipendenti dell’Agenzia. 

La proposta è stata pubblicata sul sito Internet dell’Agenzia al fine di permettere ai soggetti  che interagiscono con l’ente (stakeholders) di presentare le proprie osservazioni e la consultazione si è conclusa il giorno 22/07/2021

Il vigente Codice di comportamento dei dipendenti dell’Agenzia è stato approvato con deliberazione del Consiglio d’Amministrazione n. 23 del 30/09/2021