Agenzia


Consorzio di interesse regionale

Indennizzi in caso di ritardo

Dal 2013 la Carta della Mobilità introduce degli indennizzi di natura compensativa al consumatore in caso di ritardo. In particolare, la richiesta può essere effettuata nei seguenti casi:

  • ritardo maggiore di 15’ per una linea di autobus a intervallo. In tal caso il ritardo è da sommare all’intervallo dei passaggi programmati in quel momento. Es. su una linea a intervallo di 10 minuti l’indennizzo si può richiedere a partire dal 26° minuto di attesa;
  • ritardo maggiore di 30’ per una linea di autobus a orario. In tal caso il ritardo è quello misurato rispetto all’ora del previsto passaggio;
  • ritardo maggiore di 30’ per una linea tranviaria. In tal caso il ritardo è da sommare all’intervallo dei passaggi programmati in quel momento;
  • ritardo maggiore di 60’ in caso di blocco della linea di metropolitana e della sola linea tranviaria 4. In tali casi la Centrale Operativa GTT attua un piano di autobus sostitutivi: il ritardo è quello del veicolo sostitutivo, misurato rispetto al momento del blocco della linea. 5.

Per le modalità operative è possibile consultare il sito GTT.

Azioni sul documento