Agenzia


Consorzio di interesse regionale

Servizi di trasporto pubblico locale nel Bacino Nord-Est della Regione Piemonte

E' stato pubblicato sul Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea dell'11/03/2017 l'Avviso di pre-informazione relativo al contratto di servizio di trasporto pubblico denominato "Concessione dei  servizi di trasporto pubblico locale nel Bacino Nord-Est della Regione Piemonte".

L'Avviso di pre-informazione può essere scaricato in formato pdf o visualizzato direttamente sul TED (Tenders Electronic Daily) versione online del "Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea", per gli appalti pubblici europei.

La concessione riguarda il servizio di trasporto pubblico locale extraurbano afferente al territorio delle province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli nonché i servizi urbani del comune di Biella, Novara, Verbania, Vercelli; sono inoltre inclusi ulteriori servizi urbani minori e servizi in Area a Domanda Debole

Gli attuali servizi sono descritti nel sito dell'agenzia www.mtm.torino.it

In sede di offerta tecnica-economica l'impresa dovrà formulare proposta per l'esercizio dei seguenti servizi ferroviari: Arona-Novara e Novara-Domodossola;

L'impresa potrà inoltre formulare proposta per la riattivazione dell'esercizio ferroviario sulle linee sospese afferenti al bacino Nord-Est; l'elenco delle linee e le relative informazioni sono presenti sul sito dell'agenzia www.mtm.torino.it

Le proposte tecnico-economiche delle imprese dovranno riguardare, tra l'altro, lo sviluppo di progetti di esercizio integrato ferro-gomma attraverso la riorganizzazione dei servizi automobilistici afferenti i servizi ferroviari sopra descritti.


Il servizio è di tipo net-cost: i ricavi da traffico sono direttamente introitati dal concessionario ed in parte variabile, definita secondo specifici criteri e modalità, destinati al clearing delle tariffe integrate.

I sistemi tariffari integrati attualmente attivi, ai quali potranno aggiungersi nuovi sistemi tariffari integrati e/o estensioni dei medesimi, sono il Sistema tariffario Formula così come descritto nel documento denominato «Agenzia per la mobilità Metropolitana e il Sistema tariffario Formula» (pubblicato all'indirizzo internet dell'Agenzia www.mtm.torino.it/it/tariffe/ Agenzia_Formula_26mag09.pdf); a titolo informativo si precisa che è presente sul territorio del bacino metropolitano il titolo denominato «Biglietto Integrato» approvato con Deliberazione dell'Assemblea dell'Agenzia n. 4 del 16.9.2013 e relativi accordi attuativi (anche questo rinvenibile sul sito dell'Agenzia www.mtm.torino.it/it/tariffe/).

Il Programma Triennale dei Servizi 2016-2018 della Regione Piemonte, attualmente in fase di elaborazione, prevede la revisione complessiva del sistema tariffario regionale con una unica tariffa interurbana di corsa semplice per ogni origine/destinazione collegata dal TPL; tale nuovo sistema sarà introdotto sui servizi oggetto di concessione.


La quantità di servizi automobilistici è stimata in circa 15 500 000 bus-km annui; il valore dei servizi è riferito alla compensazione economica annua degli obblighi di servizio (par III.1.5) dei servizi automobilistici (stimato in un importo variabile fra 25 000 000 EUR e 26 000 000 EUR/annui al netto dell'imposta sul valore aggiunto pari al 10 %;
Oltre alle compensazioni per obblighi di servizio è prevista l'erogazione di contributi ai sensi delle leggi 47/04, 58/05, 296/06 sulla base del numero di addetti con CCNL autoferrotranvieri e del relativo parametro contrattuale; tali contributi ammontano a circa 3 300 000 EUR/annui (stima da consuntivo 2015).

Per quanto concerne i servizi ferroviari, per i quali è consentito l'integrale subaffidamento, si ha:
— l'attuale produzione annua del servizio ferroviario Arona-Novara è pari a circa 180.000 treni-km;
— l'attuale produzione annua del servizio ferroviario Novara-Domodossola è pari a circa 540 000 treni-km.Per l'esercizio dei servizi ferroviari sono stimate compensazioni degli obblighi di servizio pari a 10 000 000 EUR/annui oltre IVA; per i servizi ferroviari l'impresa dovrà garantire che i gestori dell'infrastruttura abilitino l'Ente concedente, per l'intera durata del contratto, alla consultazione via internet dei sistemi di circolazione (obblighi di informazione e rendicontazione di cui al punto III.I.5)

Il valore delle compensazioni contrattuali unitarie sarà definito in funzione degli eventuali recuperi di efficienza ed economicità rivenienti dalla procedura, delle dinamiche inflattive, nonché dell'incremento dell'utenza e dei relativi ricavi da traffico secondo le specifiche previste nel PEF.

Azioni sul documento